Laser Terapia

Cicatrici acneiche, cheloidee e chirurgiche

Cicatrici acneiche, cheloidee e chirurgiche

La cicatrice è un tessuto particolare, che ha la funzione di ripristinare un’area della cute lesionata. Purtroppo, la completa guarigione dell’epidermide con il processo di cicatrizzazione passa attraverso diverse fasi che consistono essenzialmente nella formazione di nuovo tessuto cicatriziale, con fastidio dal punto di vista estetico.

Le caratteristiche delle cicatrici variano in base alla loro dimensione, alla profondità ed all’estensione. Sia le cicatrici chirurgiche che le cicatrici residuate da altre patologie come per esempio l’acne possono essere migliorate fino alla completa e graduale scomparsa grazie all’utilizzo del laser frazionale. Esso , a differenza dei vecchi laser ad anidrite carbonica, che provocavano dopo il trattamento lesioni crostose guaribili in trenta giorni e trattabili obbligatoriamente con l’utilizzo di antibiotici, provoca invece miliardi di microfori nella pelle, che stimolano la produzione di nuovo collagene ed elastina, che gradualmente riempie le cicatrici assottigliandole.

E’ una tipologia di intervento che si attua preferibilmente nella stagione autunnale per evitare fotosensibilizzazione e consentire alla pelle trattata di rigenerarsi senza ulteriori  stress.
Pertanto è assolutamente da evitare l’esposizione solare e/o lampade abbronzanti nelle settimane che precedono il trattamento. E’ altresì da evitare l’assunzione di farmaci o integratori  che possano aumentare la sensibilità della pelle alla luce o che possano agire sulla melanina.
Dopo il trattamento la pelle sarà arrossata e potrà comparire un leggero gonfiore. Il dermatologo consiglierà di applicare una pomata lenitiva per alcuni giorni, fino alla completa guarigione, che avverrà nel giro di pochi giorni.
Le zone trattate vanno necessariamente protette con filtri solari adeguati.

TERAPIA E CURA




LASER FRAXEL DUAL

Link di Approfondimento

AVVERTENZE

Non occorre anestesia per effettuare il trattamento, ma nel caso in cui la macchia sia situata in aree del corpo particolarmente sensibili, potrà essere applicata una crema anestetica. Il numero delle sedute varia in base alla estensione della macchia, all'intensità della pigmentazione e alla sua tipologia. E' opportuno e corretto ricordare che le lesioni pigmentate rimosse con successo potrebbero ricomparire nel caso in cui non venisse prestata adeguata attenzione alla protezione dall'esposizione solare.


terapie dermatologiche: